accadde all'idroscalo

Accadde all’idroscalo – L’ultima notte di Pier Paolo Pasolini

Accadde all’idroscalo – L’ultima notte di Pier Paolo Pasolini

di Fabio Sanvitale & Armando Palmegiani

Prefazione di Federica Sciarelli – Sovera Edizioni 2016

Si riapre uno dei casi di omicidio irrisolti più complessi della storia d’Italia. Perché di storia si tratta, non solo criminale.



Novembre 1975, la notte tra l’1 e il 2. Pier Paolo Pasolini, scrittore, poeta, regista e giornalista, viene brutalmente ucciso nella spiaggia dell’idroscalo di Ostia. Sono gli anni ’70, gli anni delle brigate rosse, gli anni dei complotti, del PCI e della DC, gli anni di Piazza della Loggia. La Roma della mafia, della droga, della speculazione edilizia, della lentezza della giustizia e dei potenti che estendono i loro tentacoli.

accadde all'idroscalo

L’omicidio viene attribuito a Pino Pelosi, ma più volte verrà avanzata l’ipotesi che quella notte non era solo. Vengono ipotizzati i moventi più disparati, dall’omosessualità, inaccettabile socialmente, di Pasolini, al furto di bobine del regista. Il percorso storico, assolutamente necessario e imprescindibile, che fa da sfondo a tutto il libro è intervallato dal dialogo dei due scrittori, che in maniera colloquiale e con un simpatico accento romano, si interrogano a vicenda. Documentandosi e stupendosi, trasportano il lettore dal 1975 ad oggi facendolo pensare a volte, che stia facendo le indagini con loro.

accadde all'idroscalo

Sono numerosi gli aspetti oscuri legati a questo omicidio, tanto quanto sono ugualmente numerose le spiegazioni precise e puntuali che vengono elargite, togliendo al lettore ogni perplessità.

accadde all'idroscalo

Gli autori

Fabio Sanvitale è nato nel 1966 a Pescara.  Giornalista investigativo, scrittore e ripperologist, è esperto di cold cases internazionali. Ha scritto, con Vincenzo Mastronardi, “Leonarda Cianciulli. La Saponificatrice” (2010). E con A. Palmegiani, “Un mostro chiamato Girolimoni” (2011), “Morte a Via Veneto” (2012), “Omicidio a Piazza Bologna” (2013), “Sangue sul Tevere” (2014, con V. Mastronardi), “Sacro sangue” (2015).

Armando Palmegiani è nato nel 1965 a Roma. Esperto della Scena del Crimine. Si è laureato in Psicologia Clinica ed ha studiato con Vincenzo Mastronardi. E’ docente di Criminologia Clinica e Psicopatologia Forense presso l’Università “eCampus” e docente di Storia della Cronaca Nera nel Master in Scienze Criminologico-Forensi dell’Università “Sapienza”.

Valutazione:     

Elena Rossi



Commenti

commenti