Bloodstain Pattern Analysis

Bloodstain Pattern Analysis

Bloodstain Pattern Analysis. Dietro questo nome così complesso c’è una traduzione italiana che chiarisce perfettamente il significato. Il B.P.A. è l’analisi delle tracce ematiche, ovvero una metodologia delle moderne scienze forensi in grado di dare un senso a schizzi, chiazze e/o macchie sulla scena del crimine.



Posta nelle mani giuste, questa tecnica è uno strumento di supporto alle indagini molto importante in quanto rende più facile la ricostruzione della scena del crimine.

Bloodstain Pattern Analysis: quali informazioni?

La B.P.A.fornisce principalmente queste informazioni:

  • il punto dove si è originato il versamento del materiale ematico;
  • la direzione che una goccia di sangue ha percorso al momento dell’impatto con una qualsiasi superficie;
  • l’angolo dell’impatto con una qualsiasi superficie;
  • la probabile distanza tra la vittima e la superficie sul quale ha impattato la goccia di sangue al momento del colpo;
  • l’origine della forza che ha determinato quel sangue e la direzione dal quale è stata applicata;
  • il tipo di oggetto utilizzato per esercitare tale forza;
  • il numero di colpi sferrati durante il delitto;
  • la posizione di offender e vittima e degli altri oggetti nella scena del crimine;
  • la sequenza temporale degli eventi associati ad un evento criminale;
  • la mano utilizzata per colpire (destra-sinistra);
  • la tipologia di aggressione;
  • se la vittima ha tentato di difendersi e se si è mossa dopo essere stata colpita;
  • la durata dell’aggressione;
  • se i colpi sono stati inferti ante mortem o post mortem;
  • se l’aggressore è rimasto ferito;
  • quali macchie sono da sottoporre ad analisi.

Bloodstain Pattern Analysis

Perciò, un Bloodstain Pattern è l’immagine  di una forma che è stata creata dal sangue a seguito del contatto con una superficie. Ma è anche la forma creata dalla superficie che entra in contatto con il sangue. Un’attenzione particolare la meritano le macchie più datate. Questo perché con il passare del tempo alcuni elementi del sangue, in particolare i globuli rossi, si essiccano. Il risultato è l’alterazione della forma originaria.

Lo strumento perfetto?

Certamente, come per tutti gli strumenti forensi, non possiamo dire che il B.P.A. sia il rimedio a tutti i mali. Questa tecnica non è esente da errori, pur rappresentando uno strumento investigativo di grande supporto per leggere la scena del crimine con maggiore precisione. Infine, sarà fondamentale avere sempre a mente un protocollo validato e standardizzato per allontanare il rischio di correnti interpretative differenti e maggiore confusione tra i non addetti ai lavori.

Roberto Molino



Commenti

commenti