Marlon Peterson. Non sono umano?

Marlon Peterson. Non sono umano?

Marlon Peterson. Non sono umano? Questo è il titolo del video pubblicato alla fine della pagina. Si tratta del breve racconto di Marlon Peterson, speaker per Ted e fondatore del podcast Decarcerated.



La storia di questo scrittore, podcaster, esperto di sviluppo giovanile e avvocato di giustizia umana è una storia di redenzione. Ma anche di rinascita e giustizia sociale.

Marlon Peterson. Non sono umano?

Marlon Peterson. Non sono umano?

Peterson ha passato dieci anni nella prigione dello stato di New York per reati commessi quando era ancora un teenager. Durante gli anni di carcere, Marlon ha deciso di reagire, di trasformare la sua vita e renderla migliore. Così si è laureato con lode in giustizia criminale. Ma non solo.

Marlon Peterson. Non sono umano?

Tra le tante attività svolte all’interno del carcere, principalmente volte alla rieducazione e risocializzazione, ce n’è una molto particolare. Insieme alla dott.ssa Nadia Lopez, ha creato un programma di tutoraggio per corrispondenza con studenti delle scuole medie.

Dopo il rilascio in libertà Marlon si è laureato alla New York University con un Bachelors of Science con una tesi sul comportamento organizzativo.

L’irrilevanza

Fui condannato all’irrilevanza, all’opposto di ciò che è umano“. Il carcere, la galera, la detenzione. Oggi, invece, è una persona totalmente differente. Alcune sue pubblicazioni sono apparse in giornali come Ebony, Gawker, The Nation, The Crime Report, Black Press USA, Huff Post e altre testate online. Inoltre ha fondato un podcast dal titolo “Decarcerated“.

Dal dicembre del 2009, poi, ha ricoperto diverse posizioni senza scopo di lucro. È stato direttore delle relazioni comunitarie presso la società “Fortune“. In precedenza è stato direttore associato del centro di mediazione della comunità di Crown Heights, coordinatore fondatore di Youth Organizing to
Save Our Streets e co-fondatore di How Our Lives Link Altogether (HOLLA!) . Marlon è anche presidente di Family For Freedom e membro del consiglio di New Yorkers Against Gun Violence.

 



Commenti

commenti