fbpx
Arrestato il superboss Marco Di Lauro

Arrestato il superboss Marco Di Lauro. Dopo 14 anni è terminata la latitanza del boss Marco Di Lauro. L’operazione ha visto il coinvolgimento di circa 150 persone tra Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza.



Il boss è stato nella lista dei più pericolosi latitanti italiani del Viminale. Di Lauro ha una condanna definitiva a 11 anni e 4 mesi per associazione a delinquere e un’ordinanza di custodia cautelare per traffico di droga.

Arrestato il superboss Marco Di Lauro

Nella mattinata di ieri, viene data per sicura la presenza di Marco Di Lauro in via Emilio Scaglione, tra Chiaiano e Marianella. L’operazione delle Forze dell’Ordine scatta intorno alle 16:00. E il boss si trova proprio in quella abitazione al numero civico 424.

Arrestato il superboss Marco Di Lauro

L’uomo non era armato ed era privo di documenti. Nell’appartamento si trovava da solo senza alcuna protezione e senza alcun impianto di videosorveglianza. Con lui, soltanto la sua compagna. Prima di essere portato via dalla casa chiede ai poliziotti di pensare ai suoi gatti, per non lasciarli soli durante la notte.

Chi è Marco Di Lauro?



Il superlatitante Marco Di Lauro è nato a Napoli il 16 giugno 1980. Sul sito del Ministero dell’Interno risulta ricercato dal 2005 per associazione di tipo mafioso. Dal 2006 sono state diramate anche le ricerche in campo internazionale. Suo padre “Ciruzzo o milionario” ha trasformato Secondigliano e Scampia in una delle sedi del narcotraffico italo-sudamericano.

Arrestato il superboss Marco Di Lauro

Tra i soprannomi di Marco Di Lauro, invece, c’è “faccia d’angelo”. E proprio quella faccia gli avrebbe garantito la possibilità di confondersi e rimanere per anni latitante proprio a Secondigliano. Ora partiranno le indagini della Polizia per ricostruire la rete di fiancheggiatori e complici e, parallelamente, quelle della Guardia di Finanza per gli aspetti patrimoniali. Le alte cariche dello stato, il Primo Ministro, il Ministro dell’Interno e il Ministro della Giustizia hanno espresso grande soddisfazione per l’operazione.



Il video dell’arresto:





Fonte: IlMessaggero.it; Ansa.it;



Roberto Molino

Redazione CriminalMente



Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: