fbpx
Cisterna di Latina

Cisterna di Latina: carabiniere spara alla moglie, uccide le due figlie e si toglie la vita. Si conclude nel peggiore dei modi la vicenda che vede protagonista Luigi Capasso, appuntato dei carabinieri in servizio a Velletri, che stamane intorno alle 5 e 20, in seguito all’ennesima lite furibonda con la moglie, Antonietta Gargiuolo, 39 anni, le ha sparato tre colpi con la sua pistola di ordinanza, aspettandola mentre usciva per recarsi al lavoro, alla Findus di Cisterna.



Ferita con l’arma ad uno zigomo, ad una scapola e all’addome, la donna è stata trasportata con eliambulanza e ricoverata d’urgenza al San Camillo di Roma. Le sue condizioni sono gravissime, la prognosi è riservata. E’ tenuta sotto costante monitoraggio da parte dei medici.

Cisterna di LatinaDopo aver sparato alla moglie, con la quale era in corso la separazione, il napoletano quarantaquattrenne ha sequestrato le figlie, di sette e tredici anni, barricandosi con loro in una stanza dell’appartamento del residence “Collina dei Pini“, a Cisterna, dove aveva vissuto con la moglie e le due bambine, rimanendovi rinchiuso per 9 ore.

I carabinieri, i corpi speciali e i vigili del fuoco di Latina sono arrivati intorno alle 7. Chi è intervenuto sul posto non ha mai sentito le voci delle due bambine.

Sul suo profilo Facebook intanto si rincorrevano commenti volti a scongiurare il peggio. “Lascia stare le tue bambine e consegnati” avrebbero implorato parenti, amici e colleghi. E lui, non presente a se, avrebbe risposto che se avesse avuto il coraggio si sarebbe tolto la vita.

 

Cisterna di LatinaIl comandante provinciale dei carabinieri di Latina, Gabriele Vitagliano, ha spiegato che Capasso, dopo essersi barricato in casa, aveva cercato di collaborare con i negoziatori dell’Arma. “È in stato di forte agitazione e non ragiona in modo limpido“, aveva raccontato l’ufficiale.

A nulla sono valsi i tentativi di farlo ragionare. Dopo nove ore di trattative, i carabinieri, facendo irruzione, hanno rinvenuto il corpo dell’uomo morto suicida e quello delle due figlie ormai senza vita.

Secondo le testimonianze raccolte dagli investigatori, le bambine sarebbero state uccise nel sonno, intorno alle 6.

Carmen Leotta

Redazione CriminalMente



2 thoughts on “Cisterna di Latina: carabiniere spara alla moglie, uccide le due figlie e si toglie la vita

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: