fbpx
Come la società costruisce il modus operandi: Paul John Knowles – CriminalMente
Come la società costruisce il modus operandi Paul John Knowles
Tempo di lettura: 2 minuti

Come la società costruisce il modus operandi: Paul John Knowles. Sebbene sia un serial killer forse meno famoso di Richard Ramirez e di Jeffrey Dahmer, a Paul John Knowles, nato il 17 aprile del 1946 a Orlando, in Florida, sono stati attribuiti venti omicidi: ai danni di donne, soprattutto, benché fra le vittime accertate figurino anche cinque uomini. I delitti, concentrati nei sei mesi che vanno dal luglio al novembre del 1974, hanno coinvolto un territorio straordinariamente vasto, comprendente ben otto Stati: Florida, Georgia, Ohio, Nevada, Texas, Alabama, Connecticut e Virginia.



Nonostante a volte facesse direttamente irruzione nelle abitazioni prescelte, l’uomo era solito guadagnare la fiducia delle vittime, in particolare di quelle femminili, grazie alla sua bellezza e al suo atteggiamento affabile: sarà proprio questa caratteristica a valergli il soprannome di Casanova killer. Successivamente, Knowles le strangolava (nel caso delle donne, sovente con le loro stesse calze) e le derubava; quattro donne furono stuprate prima di essere assassinate.

Come la società costruisce il modus operandi: Paul John Knowles. Ma da quale contesto proveniva il Casanova killer?

Come la società costruisce il modus operandi Paul John Knowles

Abbandonato dalla madre subito dopo la nascita, Paul John fu separato dal padre per decisione dei servizi sociali, in quanto il genitore si trovava frequentemente in carcere per reati di scarsa entità.

Il bambino visse fra istituto e famiglie affidatarie finché, a sette anni, non fu inviato in riformatorio per aver rubato una bicicletta: lì ebbe modo di approfondire gli studi, campo in cui gli insegnanti lo definirono particolarmente dotato, complice la sua forte passione per la lettura. Fu inoltre avviato al mestiere di saldatore: in questo modo acquisì le conoscenze e le tecniche necessarie a dedicarsi al furto con scasso, in seguito al compimento della maggiore età e quindi all’uscita dalle strutture minorili.

Come la società costruisce il modus operandi Paul John Knowles

Fu arrestato per la prima volta a diciannove anni per aver preso in ostaggio l’agente che l’aveva individuato alla guida di un’auto rubata; dopo un breve periodo di libertà fu di nuovo incarcerato, stavolta perché colto in flagrante mentre svaligiava un’abitazione. Durante quest’ultima detenzione ricevette lettere da parte di numerosissime ammiratrici, attratte dal suo bell’aspetto: con una di queste, una giovane divorziata di nome Angela Covic, iniziò una relazione. Dopo aver fissato la data del matrimonio, tuttavia, la donna decise di annullarlo in seguito alle premonizioni negative ricevute da una cartomante.



Dopo quella separazione, traumatica per lui che aveva già sperimentato l’abbandono dei genitori, Knowles cominciò a persuadersi del fatto che nessuna donna avrebbe mai badato ad altro che alla sua bellezza, e che quindi non aveva alcuna speranza di farsi amare: un pensiero che mutò ben presto in ossessione e che gettò le radici del suo modus operandi.

Come la società costruisce il modus operandi Paul John Knowles

 

Alessandra De Luca

Autrice Freelance

 

criminologia

sociologia forense

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: