fbpx
Coronavirus e violenza domestica: #nonseisola . Gli impegni del Governo
#nonseisola
Tempo di lettura: 2 minuti

#nonseisola

In questo momento, in cui il senso civico ci impone di stare in casa, per qualcuno la convivenza forzata può essere un pericolo per la propria incolumità. A tutti noi è stato chiesto di rimanere in casa a causa dell’emergenza coronavirus, ma questa permanenza tra le mura domestiche non rappresenta per tutti una situazione di benessere.

Le vittime di violenza domestica in questo periodo rischiano ancora di più, non solo la paura di poter essere contagiate ma anche la paura di vivere con una persona violenta. Nel 2019 in Italia più dell’80 per cento dei femminicidi è avvenuto all’interno del nucleo familiare.

I centri antiviolenza in Italia stanno continuamente lanciando appelli  a chi si trova in condizione di pericolo. Contattare gratuitamente il numero 1522, servizio pubblico della Presidenza del Consiglio-Dipartimento  delle Pari Opportunità, il servizio è attivo 24 ore su 24, oppure tramite chat per chi ha difficoltà anche a  poter fare una telefonata.

#nonseisola: Gli impegni presi dal Governo

Il ministro delle Pari Opportunità, Elena Bonetti, in merito alla violenza domestica ha annunciato sui social:

La porta per uscire dalla violenza è sempre aperta come è sempre attivo il numero antiviolenza 1522. È vero che abbiamo detto di stare a casa, ma se la casa è un incubo le donne devono farsi sentire.

Non solo, il ministro ha anche ribadito che le donne vittime di violenza domestica che si stanno recando in centri antiviolenza saranno dispensate dalla compilazione dell’autocertificazione per gli spostamenti.

Questa notizia arriva dopo il chiarimento avuto con il Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. Inoltre, non c’è alcuna chiusura dei centri antiviolenza e delle case rifugio, e su questi Elena Bonetti ha dichiarato lo sblocco dei fondi del 2019, 30 milioni che non sono ancora stati stanziati per ritardi attribuibili alle regioni.

Sono stati anche attivati dei corsi on line gratuiti sul sito del Dipartimento per le Pari Opportunità, per invogliare le donne all’acquisizione di autonomia sia economica sia professionale.

Ricordiamo a tutte le donne che in questo momento hanno paura che non sono sole, denunciate sempre e non abbiate paura, chiamate  il 1522 o i carabinieri. Lanciamo #nonseisola

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: