fbpx
Coronavirus, Milano: non affittiamo agli infermieri. La denuncia
infermieri

Non affittiamo agli infermieri. Non eravamo abituati a sentire queste parole verso una categoria di professionisti, bensì verso una parte dei nostri connazionali. Ma i tempi cambiano e cambiano anche i protagonisti delle discriminazioni.

Proprio in questi giorni in cui la Regione Lombardia ha chiesto di  anticipare le lauree in infermieristica per far fronte alla mancanza di personale si assiste a questi incresciosi episodi.

“Non affittiamo agli infermieri”

È ciò che è stato detto a un’infermiera di nome Silvia,  23 enne milanese alla ricerca di una sistemazione provvisoria a Milano. Silvia stava cercando un alloggio temporaneo, per salvaguardare la sua famiglia, durante l’emergenza per il coronavirus. L’infermiera ha voluto denunciare la discriminazione subita:

Non siamo untori, ma infermieri.

Durante l’intervista che la ragazza ha rilasciato a Il Giorno ha raccontato:

Avevo selezionato alcune stanze, in una ho scoperto che l’entrata era in comune con una coppia di anziani e ho deciso di lasciare perdere per tutelare anche la loro salute. Nella seconda dopo alcune chiamate mi hanno chiesto il perché io cercassi una casa in affitto e sinceramente ho risposto perché volevo tutelare la mia famiglia.

Dopo un po’ di tempo l’infermiera è stata richiamata dal proprietario di casa, che senza giri di parole le ha detto:

Scusi ma lavora come infermiera in un reparto con pazienti Covid-19, non ce la sentiamo di lasciarle in affitto l’appartamento.

La denuncia

L’infermiera quindi ha deciso di raccontare l’accaduto anche per lanciare un appello contro queste discriminazioni:

Sono delusa più che arrabbiata, sono tutti bravi a fare appelli pubblici, ma se c’è da entrare nel concreto si tirano indietro. Non sono l’unica a cui è successo, tutti i miei colleghi stanno cercando di allontanarsi dalle famiglie per proteggerle: una mia amica si è vista più volte rifiutare l’affitto. Siamo infermieri, non siamo untori.

Alla fine c’è stato un risvolto positivo per Silvia, che ha trovato casa grazie a delle sue conoscenze. Certi che siano stati dei casi isolati,  facciamo appello al buonsenso di tutti coloro che abbiano appartamenti in affitto, affinché possano dare una mano a chi ogni giorno sta in prima linea contro questo nemico.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: