fbpx
donato carrisi

Ieri sera, martedì 16 gennaio 2018, Donato Carrisi è stato l’ospite dell’evento anteprima della terza edizione del Torino Crime.



Fabrizio Vespa, giornalista e co-direttore del Torino Crime, è riuscito a condurre brillantemente l’intervista. Con le domande giuste e lasciando ampio spazio a Donato Carrisi, che ha saputo intrattenere tutta la sala del Circolo dei Lettori per più di un’ora.

donato carrisi

Intervista a Donato Carrisi

Alle 21:00 di martedì 16 gennaio al Circolo dei Lettori si è tenuto il primo evento anteprima del Torino Crime 2018. I partecipanti sono stati veramente molti, tutti interessati a cosa aveva da dire lo scrittore.

Ad aprire la serata è stata Valentina Ciappina, co-direttrice del Torino Crime. Valentina, dopo una serie di ringraziamenti, ha presentato i protagonisti della serata: Donato Carrisi e Fabrizio Vespa. L’intervista è avvenuta in piedi, per dare modo a tutti di osservare i due interlocutori. Le domande sono state molte, e le risposte chiare, con un mix tra serietà e ironia. Al termine non sono mancate le domande da parte del pubblico, e infine è arrivato il momento della firma delle copie.

Donato Carrisi ha spaziato tra diversi argomenti. Primo fra tutti quello della paura. Carrisi la utilizza molto nei suoi libri. Afferma come lui trovi una paura riproponendola poi in modo sano. La costruisce trasfigurando qualcosa di estremamente familiare e rassicurante. Dice: “Non c’è suono più bello nella vita della risata di un bambino. Tranne se la senti di notte, sei solo in casa, e non hai figli”.

Donato Carrisi

Un’altra domanda effettuata da Fabrizio Vespa ha racchiuso non solo il tipo di personaggi scelti da Carrisi ma anche la prevalenza di partecipazione a corsi di studi a tema psicologico, eventi, o seminari. Le donne sono più partecipi quando si parla di questi temi, anche alla stessa serata c’erano più donne. Lo stesso scrittore utilizza molto i personaggi femminili. Carrisi risponde che non riesce a immaginare una storia senza che siano presenti delle donne. Di più: crede che una storia non possa proprio esistere se non c’è una donna. “Le donne sono assolutamente meglio degli uomini”, leggono di più, e vanno più al cinema.

Le domande e gli argomenti della serata

Le domande di Fabrizio Vespa non hanno riguardato solo gli argomenti sopracitati. Sono state molte, ben articolate, e hanno incuriosito gli spettatori.

Oltre a quelle già riportate, a Donato Carrisi è stato chiesto se si è ispirato a fatti di cronaca, perché non viene specificato il luogo dello svolgimento del romanzo. Ancora: perché c’è questo fascino per il crimine e per libri, film e serie tv sul crimine, e se ha seguito un modello investigativo particolare. Un altro tema trattato è stato quello del gioco, molto presente all’interno dei libri.

Donato Carrisi

Valentina Ciappina e Fabrizio Vespa hanno aperto alla grande la stagione per il Torino Crime, organizzando egregiamente la prima serata anteprima della nuova stagione. Donato Carrisi ha incuriosito per il suo modo di parlare, il tono di voce e lo scambio con il pubblico. Aspettiamo con ansia nuovi appuntamenti e vi aspettiamo in primavera con la nuova edizione del Torino Crime Festival.

Francesca Guidi

Redazione CriminalMente



Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: