fbpx
il potere invisibile delle massomafie

Il potere invisibile delle Massomafie. Si è svolto il 14 Aprile 2018, presso la sede del Circolo dei Lettori di Torino, l’incontro con Davide Mattiello, membro della Commissione Parlamentare Antimafia della XVII Legislatura. Moderatrice di quest’altro evento firmato Torino Crime Festival è stata Maria Antonietta Federici, avvocato.



Il potere invisibile delle Massomafie

L’incontro in Sala Grande è stata un’occasione per esaminare attentamente la delicata questione della nuova alleanza tra Mafia e “Massoneria deviata“. Inoltre, si è parlato della capacità della delinquenza mafiosa di rapportarsi con la politica, la pubblica amministrazione e l’imprenditoria.

il potere invisibile delle massomafie

Perché alle mafie interessa la massoneria“Per la mafia, penetrare in totale segretezza nei circoli massonici è un’enorme fortuna: le logge coperte riuniscono potentissimi imprenditori, banchieri, professionisti, magistrati e dirigenti di vario genere. Grazie alla massoneria deviata, i mafiosi cercano di orientare i processi e di allacciare legami con l’alta finanza internazionale per ripulire i capitali illeciti accumulati grazie al monopolio del traffico di droghe“.

Massomafia

Citando parte del suo contributo riportato in “Massomafia“, opera di Andrea Leccese, saggista ed esperto di mafie, Mattiello ha tratto una prima considerazione di natura lessicale. Mafia e massoneria sono nomi comuni di cose. Dentro la parola “mafia” ci stanno molte articolazioni, diverse organizzazioni criminali che utilizzano quel metodo. Dentro la parola “massoneria” ci stanno moltissime esperienze, anche tanto diverse tra loro.

Rispetto a questa consapevolezza, Mattiello ha tenuto a precisare che nel momento in cui la Commissione si è domandata, con l’inchiesta, “quale fosse il rapporto della mafia con la massoneria”, siano state prese in considerazione solo quattro obbedienze massoniche presenti in Italia, pur essendovene molte di più e come, pertanto, il lavoro svolto da parte della Commissione Antimafia sia stato parziale, anche perchè relativo alle due sole regioni Calabria e Sicilia. Di fondamentale importanza in questo lavoro è stato l’aiuto apportato alla Commissione da parte di magistrati e finanzieri.

il potere invisibile delle massomafie

Forte il richiamo, durante l’evento, alla nostra Costituzione e all’ impegno a riformare la Legge Anselmi, che già vieta le associazioni segrete.

 

Carmen Leotta

Redazione CriminalMente



Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: