fbpx
Le forme dell’Intimate Partner Violence – CriminalMente – CriminalMente
intimate partner violence
Tempo di lettura: 2 minuti

L’Intimate Partner Violence, ovvero la violenza perpetrata verso il/la partner intimo/a, è uno dei fenomeni più diffusi all’interno della cronaca quotidiana, come evidenziato dai recenti e terribili episodi.

Si tratta, dunque, di una problematica che può investire qualsiasi genere sessuale, qualsiasi tipologia di relazione e che si può manifestare entro qualsiasi cultura, indipendentemente dallo status sociale dei partner.

Cosa è l’Intimate Partner Violence?

La letteratura utilizza il termine Intimate Partner Violence per indicare “ogni forma di aggressione fisica, di violenza psicologica, morale, economica, sessuale o di persecuzione, attuata o tentata, e che ha comportato o meno un danno fisico, agita all’interno di una relazione intima presente o passata“.

All’interno di questa definizione, vengono incluse anche le azioni lesive che non comportano necessariamente danni fisici, bensì psicologici e che possono riguardare coppie di fatto, di fidanzati o di ex, così pure eventuali casi di violenza nei confronti del genere maschile o all’interno di coppie omosessuali.

Le forme della violenza perpetrata in una relazione di coppia

La violenza perpetrata nei confronti di un/a partner intimo/a può manifestarsi sotto forma di:

  • STALKING

Con il termine “stalking” si intende l’insieme di comportamenti intenzionali, ripetuti e intimidatori nei confronti di una persona specifica. Tali comportamenti provocano nella vittima un disagio psichico e fisico e un notevole senso di timore.

In aggiunta, lo stalking si verifica attraverso:

  1. Comunicazioni intrusive e persecutorie (telefonate, lettere, sms, e-mail, graffiti, murales)
  2. Contatti attuati mediante comportamenti di controllo (pedinamento, appostamento) o tramite il confronto diretto (visite sul posto di lavoro o sotto casa della vittima)
  • VIOLENZA SESSUALE

Il termine “violenza sessuale” è usato dagli studiosi per descrivere ogni forma di imposizione di pratiche sessuali non desiderate dalla vittima. In questa definizione, infatti sono compresi comportamenti quali:

  1. Coercizione alla sessualità
  2. Insulti, umiliazioni o brutalizzazioni messi in atto durante un rapporto sessuale
  3. Essere obbligato/a a ripetere scene pornografiche
  4. Essere prestato/a per un rapporto sessuale
  5. Essere preso/a con la forza
  • VIOLENZA PSICOLOGICA

La “violenza psicologica” è una serie di parole, discorsi e atteggiamenti, che hanno lo scopo di denigrare e rendere insicura la vittima e il suo modo di essere, in modo da poterla sottomettere e controllare.

Il fenomeno si manifesta attraverso:

  1. Umiliazioni
  2. Ridicolizzazioni
  3. Trattare il/la partner come un oggetto
  4. Eccessiva attribuzione di responsabilità
  5. Comportamento persecutorio
  6. Distorsione della realtà oggettiva
  7. Atti intimidatori (maltrattamento di animali domestici, sbattere le porte, lanciare oggetti, fino ad arrivare alla minaccia del suicidio)
  • VIOLENZA ECONOMICA

Con “violenza economica” ci si riferisce a una serie di atteggiamenti, volti essenzialmente a evitare o impedire che il/la partner diventi economicamente indipendente. Vengono inclusi i seguenti comportamenti:

  1. Non condividere le decisioni relative al bilancio familiare
  2. Tenere il/la partner in una condizione di privazione economica
  3. Costringere il/la partner in una condizione di privazione economica
  4. Costringere il/la partner a spendere il suo stipendio nelle spese domestiche o a ricorrere in debiti
  5. Impedire al/la partner di lavorare
  6. Sminuire il lavoro del/la partner
  7. Rifiutarsi di pagare al/la partner l’assegno di mantenimento o costringerlo/a a trattative umilianti per poterlo ricevere
  8. Obbligare il/la partner a licenziarsi o a cambiare tipo di lavoro
  9. Negargli/le o controllargli/le o limitargli/le gli accessi alle risorse finanziarie
  10. Appropriarsi del suo stipendio per usarlo a proprio vantaggio
  • VIOLENZA FISICA

La “violenza fisica” è definita da tutti quei comportamenti rivolti verso il corpo di un altro e nei quali si fa uso della forza, quali:

  1. Spingere
  2. Pizzicare
  3. Afferrare
  4. Dare calci o pugni
  5. Mordere
  6. Picchiare
  7. Tirare i capelli
  8. Ustionare
  9. Mutilare
  10. Soffocare
  11. Strangolare
  12. Uccidere

Pertanto, il fenomeno comprende tutti quegli aspetti che vanno dalla spinta all’omicidio del/la partner.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: