fbpx
Loris Stival, confermati 30 anni a Veronica Panarello – CriminalMente
Tempo di lettura: < 1 minuto

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione a Veronica Panarello, ritenuta responsabile dell’omicidio del piccolo Loris Stival, 8 anni al momento del decesso. La donna, oltre ad aver commesso l’omicidio, ha occultato il cadavere del bambino.



La vicenda risale al 29 novembre 2014, 5 anni fa, e avvenne nell’abitazione di famiglia a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa. La prima sezione penale della Cassazione, presieduta da Adriano Iasillo, ha dichiarato inammissibile il ricorso dell’imputata, che attualmente è detenuta a Torino, alla Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno”.

La conferma dopo molte ore

La camera di consiglio è durata diverse ore dopo che il sostituto procuratore generale di Cassazione, la dott.ssa Roberta Maria Barberini, aveva chiesto la conferma della sentenza di condanna che il Tribunale di Catania aveva pronunciato nel luglio del 2018.



Già in primo grado, con la formula del rito abbreviato, la Panarello era stata ritenuta colpevole di omicidio e occultamento di cadavere.

Le dichiarazioni dell’avvocato di Veronica Panarello e quelle di Andrea Stival

Francesco Villardita, avvocato difensore di Veronica Panarello ha dichiarato:

Resta una grande amarezza e una grande rabbia, ora attendiamo di leggere le motivazioni della sentenza. In processi come questi le battaglie non finiscono mai, non abbiamo messo ancora la parola fine.

Ci potrebbero essere nuovi elementi che potrebbero eventualmente consentire la riapertura, con un ricorso per revisione.

Andrea Stival, il padre del piccolo Loris, invece, ha semplicemente commentato:

Finalmente è finita.



Roberto Molino

Redazione CriminalMente





Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: