fbpx
Omicidi ospedale di Saronno, Cazzaniga: non ho agito come Macbeth
Tempo di lettura: < 1 minuto

Omicidi ospedale di Saronno

«Pur nella acuta consapevolezza d’essere imputato di 14 omicidi volontari, quindi un “demonio“, un “killer spietato“, ribadisco di non aver mai agito come Lady Macbeth suggerì al consorte. Non ho ucciso nessuno». Queste sono le parole di Leonardo Cazzaniga, che ha rilasciato delle dichiarazioni spontanee prima che i giudici del tribunale di Busto Arsizio si ritirassero in camera di consiglio.

La sentenza è attesa in queste ore dopo più di 50 udienze, con perizie, testi e, soprattutto, la richiesta del Procuratore Gianluigi Fontana e il sostituto Procuratore Maria Cristina Ria: Ergastolo. I difensori invece, gli avvocati Pezzangora e Buffoli, chiedono l’assoluzione per i delitti relativi ai parenti della Taroni, l’amante di Cazzaniga, perché sostengono che non sia stata provata la somministrazione dei farmaci. Ma anche per gli altri decessi, dove, sostengono, si possa parlare soltanto di colpa.

Omicidi ospedale di Saronno: la sentenza di Laura Taroni

L’amante di Leonardo Cazzaniga, Laura Taroni, è stata condannata in appello a 30 anni di carcere. La donna, nel processo con rito abbreviato, è stata riconosciuta colpevole degli omicidi del marito, Massimo Guerra, e della madre, Maria Rita Clerici.

 

«Pur nella acuta consapevolezza d’essere imputato di 14 omicidi volontari, quindi un “demonio“, un “killer spietato“, ribadisco di non aver mai agito come Lady Macbeth suggerì al consorte. Non ho ucciso nessuno». Queste sono le parole di Leonardo Cazzaniga, che ha rilasciato delle dichiarazioni spontanee prima che i giudici del tribunale di Busto Arsizio si ritirassero in camera di consiglio.

L’amante di Leonardo Cazzaniga, Laura Taroni, è stata condannata in appello a 30 anni di carcere. La donna, nel processo con rito abbreviato, è stata riconosciuta colpevole degli omicidi del marito, Massimo Guerra, e della madre, Maria Rita Clerici.

 

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: