fbpx
Omicidio Sacchi: la lite nel parco prima dello sparo – CriminalMente
Tempo di lettura: < 1 minuto

Nuova ipotesi sul caso dell’omicidio di Luca Sacchi, avvenuto lo scorso 23 ottobre. Ci sarebbe stato un alterco che avrebbe fatto saltare l’acquisto della droga. Il tutto sarebbe avvenuto al parco della Caffarella, poco distante dal “John Cabot Pub” di via Bartoloni, dove poi è avvenuto l’omicidio di Luca Sacchi.



L’ipotesi è al vaglio degli investigatori che attraverso il coordinamento della procura, stanno ricostruendo pezzo per pezzo una vicenda molto complicata. Nei prossimi giorni, gli interrogatori punteranno proprio a chiarire tutto ciò che è rimasto oscuro fino a ora.

Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, entrambi di Casal Monastero, sono accusati di concorso in omicidio volontario e rapina. Tuttavia, l’arma del delitto risulta ancora scomparsa ed è stato ipotizzato che Del Grosso possa averla restituita a chi gliel’aveva prestata.

Ad essere ascoltato ci sarà anche il testimone-chiave della vicenda, un ragazzo di circa 20 anni che stava acquistando sigarette da un distributore automatico situato a pochi metri di distanza dal Pub dove è avvenuto l’omicidio. Fino ad ora, ha riferito di aver visto Del Grosso scendere dall’utilitaria, camminare con la pistola in mano fino ad alzare il braccio e sparare in direzione di Luca Sacchi. Nessun assalto con la mazza da baseball portata da Pirino, nel racconto del testimone.

Tanti, dunque, i dubbi ancora da chiarire.

 

Fonte: Corriere della Sera



Roberto Molino

Redazione CriminalMente





Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: