fbpx
organizzazione borderline

Concettualmente si può pensare che i disturbi di personalità, intesi in modo descrittivo, sono organizzati a livello borderline. Sono una rappresentazione di fenomeni clinici che hanno sottostante un’organizzazione borderline di personalità.



Organizzazione borderline

L’organizzazione borderline viene divisa in un’area di alto livello, che si avvicina all’area della nevrosi, e una di basso livello, che si avvicina alle psicosi. All’interno dell’area borderline sono presenti i disturbi di personalità, che possono avvicinarsi all’area psicotica o nevrotica. Per esempio, chi soffre di un disturbo del cluster A, date le sue caratteristiche, si avvicinerà all’area della psicosi.

I disturbi evitante e dipendente, invece, saranno più vicini alle nevrosi. Il disturbo borderline di personalità si trova in una posizione centrale dell’area borderline. L’unica eccezione di questa organizzazione, riguarda il disturbo ossessivo compulsivo di personalità. Questo, infatti, è l’unico disturbo del DSM a non rientrare nell’area borderline ma in quella nevrotica.

organizzazione borderline

Rappresentazione statica dei disturbi di personalità

Questa organizzazione ha un difetto: quello di fornire una rappresentazione troppo statica dei disturbi di personalità. Al contrario, i disturbi si possono modificare, mescolare e possono avere dei cambiamenti transitori (legati soprattutto a situazioni di stress). Quindi è possibile che si manifestino delle differenze di funzionamento, cosicché il soggetto possa “funzionare” a un livello più alto o più basso a seconda dei fattori di stress.

organizzazione borderline

Se un soggetto presenta un determinato disturbo e sperimenta una situazione stressante, tenderà a funzionare meglio o peggio in base a dove si colloca. Inoltre se un disturbo è già basso, con lo stress funzionerà peggio e può sconfinare dall’organizzazione borderline a quella psicotica. Scomparsi i fattori di stress l’individuo rientra nell’area borderline. Per fare un esempio, un soggetto con disturbo paranoide di personalità che viene sottoposto a stress peggiorerà perché è già un disturbo che si avvicina all’area psicotica. Anche soggetti che non soffrono di alcun disturbo, in situazioni di forte stress, possono momentaneamente funzionare in modo borderline.

 

Francesca Guidi

Redazione CriminalMente



Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: