fbpx
Passanti ferite da carabinieri

Passanti ferite da carabinieri in sparatoria, due arresti. L’evento si è verificato nella serata di ieri a Roma nel quartiere Gianicolense. Un auto non si è fermata all’alt della pattuglia dei Carabinieri, che avrebbero aperto il fuoco. Nella sparatoria sono rimaste ferite due donne.



Le due vittime, di 49 e 16 anni, sono madre e figlia che viaggiavano a bordo di uno scooter. Sono state portate in codice rosso all’ospedale San Camillo ma le loro condizioni non sono gravi. La madre è stata colpita alla spalla sinistra ed è già stata operata, mentre la figlia ha subito “soltanto” un colpo di striscio sotto l’ascella.

Passanti ferite da carabinieri

Passanti ferite da carabinieri in sparatoria, due arresti. Il posto di blocco

Nella zona, nell’ultimo periodo, c’è stato un incremento di bande di truffatori che mirano principalmente ad anziani e donne sole. Per questo motivo i posti di blocco erano in aumento, sia con auto civetta che con i colori dello Stato. Ed è proprio un agente in borghese che ha mostrato la paletta alla Mini Minor.



In un primo momento l’auto sembrava voler accostare. Tuttavia, secondo le testimonianze, l’auto avrebbe poi ingranato la marcia tentando di investire il carabiniere. Poi i colpi di pistola. Secondo la dinamica, un colpo è passato sotto l’ascella della figlia per poi colpire la donna nella spalla.

Passanti ferite da carabinieri

Gli arresti

In mattinata è giunta la notizia che i due uomini a bordo della Mini Minor sono stati arrestati dai Carabinieri del Comando provinciale di Roma. L’accusa è di tentato omicidio in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratterebbe di due uomini di 22 e 23 anni di origini napoletane.

Entrambi erano già sotto controllo da parte dei Carabinieri. L’auto su cui viaggiavano è stata sottoposta a sequestro. La procura ha aperto un’inchiesta. Anche il carabiniere rischia di essere indagato per lesioni.

Roberto Molino

Redazione CriminalMente



Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: