fbpx

Psicologia, giustizia e crimine. Qual è il loro rapporto nei tempi moderni?

Psicologia, giustizia e crimine

Nell’affascinante cornice del Circolo dei Lettori in via Bogino a Torino, abbiamo assistito alla Lectio Magistralis di Guglielmo Gulotta. Il professore è avvocato , psicologo, psicoterapeuta e Ordinario di Psicologia Giuridica all’Università degli Studi di Torino.

Con la collaborazione dell’Associazione “Quelli che…il Lombroso“.

Il fascino del male è innegabile, quanti film vediamo in TV e quanti programmi, primi tra tutti Quarto Grado e Chi l’ha visto. Ma perché questo interesse è così forte? Abbiamo imparato durante l’evoluzione a distinguere il bene dal male attraverso la dicotomia del giusto/ingiusto, queste sono le categorie con cui viviamo.

Psicologia, giustizia e crimine

Ciò che spaventa è che spesso non riusciamo a far prevalere il giusto sul forte ed è allora che lasciamo che il forte sia giusto. Le persone tendono ad essere giustizialiste perché altrimenti non ci sarebbe più sicurezza. Siamo abituati a pensare “se l’è andata a cercare“, perché non vogliamo accettare che potrebbe succedere anche a noi.

Abbiamo inventato il processo che come direbbe Churchillè il peggior modo per governare il mondo, ma non ne abbiamo trovato uno diverso“. In un momento del genere quanti fantasmi si incontrano? Come sono io e come voglio apparire? In che modo appaio realmente? Come sei tu e come vuoi apparire? E come mi appari veramente?

Psicologia, giustizia e crimine

Ci deve essere la voglia di mediare in una realtà in cui i due terzi di ciò che vediamo si trova dietro i nostri occhi e vediamo continuamente ciò che ci aspettiamo di vedere. Il processo è simile al teatro, ad ognuno la propria maschera. Ed è difficile giudicare quando crediamo più a persone che ci assomigliano piuttosto che a persone che non ci assomigliano. Dobbiamo guadagnare le impressioni di chi ascolta.

Psicologia, giustizia e crimine

Giudicare è difficile, d’altronde Walt Disney venne licenziato dal giornale in cui lavorava perché non aveva fantasia.

Giulia Puzzo

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: