fbpx
Strage in Germania, ad Hanau: ecco chi è il Killer responsabile della strage
strage ad hanau
Tempo di lettura: 2 minuti
A Hanau, nella notte tra mercoledì 19 e giovedì 20 febbraio, un killer ha sparato diversi colpi di arma da fuoco in due bar differenti, frequentati solitamente dalla comunità turca. 

Sono morte almeno 11 persone

Il primo luogo preso di mira è stato il “Midnight”, situato nel centro storico di Hanau. Qui, secondo quanto riportato da alcuni testimoni, il killer ha esploso tra i 9 e i 10 colpi di arma da fuoco. Poco dopo, si è spostato all’ “Arena Bar & Cafè”, nella Karlsbader Strasse. L’autore della strage ha bussato al portone di ingresso e, una volta entrato, ha aperto il fuoco sui presenti.
Nella sparatoria, sono morte almeno 11 persone. Attualmente, non si conosce ancora il numero esatto dei feriti.

Il killer della strage di Hanau

Nel corso della notte, la polizia locale ha individuato il responsabile della strage. Si tratta di Tobias Rathjen, un banchiere nato nel 1977 proprio ad Hanau. L’uomo è stato trovato privo di vita all’interno della sua abitazione. Insieme a lui, anche il corpo di un’altra persona, presumibilmente la madre.
Poco prima di morire, Rathjen ha pubblicato un video su YouTube, in cui ha confessato e spiegato le motivazioni del gesto. Come riportato da Fanpage, il killer si è rivolto ai cittadini americani: “Questo è il mio messaggio personale a tutti gli americani. Il vostro Paese è sotto il controllo di società segrete che usano sistemi segreti e malefici per il controllo delle menti delle persone, dando origini a una nuova schiavitù. Se non credete, dovete svegliarvi e anche presto. Nel vostro Paese esistono le cosiddette basi segrete. In alcune, si celebra il diavolo e si uccidono, abusano e torturano bambini. Queste cose succedono da tanti anni ormai. Sveglia! Questa è la realtà di ciò che accade da voi. Spegnete i media mainstream, loro non sanno queste cose. Il primo passo è informarsi. Per credermi, forse, dovrete leggere o ascoltare queste cose da due altre fonti, ma ora lo sapete. Il secondo passo è l’azione: localizzate queste basi, unite masse di persone e fermatele. Fermare questo incubo è il vostro compito in quanto cittadini americani. Combattete, ora!“. Il video è stato però rimosso e non è più disponibile.
 
Riproduzione riservata.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: