fbpx
TgCrime 11/03/2018

TgCrime 25/02/2018

Conduce Alexa Roscioli. Regia di Francesca Guidi. Montaggio di Roberto Molino.

Per altre info: CriminalMente



Buongiorno a tutti e bentornati al TgCrime, la rubrica di CriminalMente che vi parla della cronaca nazionale e internazionale.



A Bitonto, in provincia di Bari, sono rimasti feriti due uomini, un 17enne e un 29enne, durante un agguato a colpi d’arma da fuoco.

Il luogo della sparatoria è lo stesso in cui due mesi fa una donna di 84 anni fu la vittima accidentale di un regolamento di conti tra alcuni pregiudicati. Il 29enne si ritiene che sia un luogotenente del clan di Domenico Conte.



2 anni e otto mesi. È questa la condanna che il giudice ha imposto a un insegnante di educazione fisica che ha abusato di una bambina di otto anni. Durante il rito abbreviato è stato riconosciuto il vizio parziale di mente che ha diminuito la pena. Una volta espiata, l’uomo dovrà rimanere per 2 anni in libertà vigilata con l’obbligo di non avvicinarsi a luoghi frequentati da minori. Secondo la ricostruzione, l’uomo avrebbe spogliato e palpeggiato la bambina alla quale avrebbe donato un cioccolatino in cambio del suo silenzio. Ma la bambina si confidò con la madre e con le maestre.



Arrivano le prime condanne per la vicenda dell’ospedale di Saronno. Si è infatti concluso il processo di primo grado per Laura Taroni, che è stata giudicata con il rito abbreviato. 30 anni di reclusione è il verdetto del giudice, per gli omicidi dell’ex-marito Massimo Guerra e della madre, Maria Rita Clerici, di cui è accusata in concorso con l’amante e medico Leonardo Cazzaniga. L’avvocato della donna ha annunciato il ricorso in appello. Per quanto riguarda Cazzaniga, è stato rinviato a giudizio per le 9 morti all’ospedale e per la morte, in concorso con l’amante, dell’ex marito e della madre di Laura Taroni.


Anche per oggi è tutto, appuntamento alla prossima puntata del TgCrime.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: