fbpx
Uccide la moglie con un tagliacarte e si costituisce
tagliacarte

Uccide la moglie con un tagliacarte

Un nuovo caso di femminicidio è avvenuto questa mattina verso le 8 a Niscemi, un comune agricolo di 26 mila abitanti a 80 km da Caltanissetta.

La vittima è Giuseppa Pardo, una casalinga di 66 anni. A ucciderla, con un colpo di tagliacarte alla gola, è stato il marito, Vincenzo Buccheri, di 67 anni, pensionato, ex venditore ambulante, che subito dopo si è costituito nella locale caserma dei carabinieri.all’interno della casa della coppia.

Uccide la moglie con un tagliacarte: sono stati i vicini di casa a chiedere l’intervento degli operatori del 118. 

L’uomo era in condizioni psicologiche difficili e la settimana scorsa era stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio.

Sembrerebbe che nell’ultimo periodo Vincenzo Buccheri avesse manifestato segnali preoccupanti che farebbero pensare a dei seri disturbi mentali.

Dopo aver ucciso la moglie l’uomo si è costituito ai carabinieri. Avrebbe esordito davanti a questi: Ho ucciso mia moglie, sono qui per costituirmi. L’uomo non ha manifestato nessuna  emozione ed è apparso tranquillo. I militari, coordinati dal colonnello Ivan Borracchia, si sono subito recati sul posto a  casa dei due coniugi, dove hanno trovato il corpo senza vita di Giuseppa Pardo in una lago di sangue con il tagliacarte ancora conficcato in gola.

L’uxoricida, adesso si trova  in stato di fermo nella caserma dei carabinieri, a disposizione del sostituto procuratore di Gela Mario Calabrese.

La famiglia Buccheri ha sempre goduto di grande stima in paese, per la serietà dei genitori e per l’impegno professionale e sociale dei due figli, uno dei quali vive nello stesso palazzo dei genitori, pare che il marito non avesse una storia di violenze alle spalle. «Non ci sono denunce per stalking e maltrattamenti», spiegano gli investigatori dell’Arma. Sembra, invece, che il pensionato, che adesso si trova in stato di arresto, avesse da qualche tempo problemi psichiatrici e fosse in cura al dipartimento di salute mentale.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: