fbpx
Un ristretto in tazza grande – CriminalMente
Un ristretto in tazza grande
Tempo di lettura: < 1 minuto

Un ristretto in tazza grande

di Federico Maria Rivalta

Un ristretto in tazza grande

Un ristretto in tazza grande. La recensione

Diventare preda di un assassino turberebbe la vita anche a chi non conosce la monotonia, figuriamoci ad un abitudinario come Riccardo Ranieri. Single, amante del golf, della tranquilità e dei suoi cani, con ironia e sarcasmo non lascia trapelare quasi mai le sue paure, adottando anzi un ruolo quasi investigativo nonostante la sua posizione di vittima.



Ruolo che sembra riuscirgli bene forse a causa delle tinte rosee scatenate dall’attrazione per un ispettrice di polizia, rigorosa e altrettanto affascinante. In questo sfondo giallo, non si percepisce suspense ma colpi di scena a brucia pelo che continuamente alimentano nel lettore la curiosità di sapere cosa dovrà ancora succedere a Riccardo. Lo scrittore, alle prime armi, si destreggia tra ironia, sarcasmo, e crudità di scene mortifiche. Un inizio promettente.



Federico Maria Rivalta. L’autore

Federico Maria Rivalta è nato a Milano il 24 maggio del 1959. Laureato in Economia e Commercio, ha vissuto nel capoluogo lombardo per quarantasei anni prima di trasferirsi in Veneto, sui Colli Euganei. Qui ha scritto il suo primo romanzo, Un ristretto in tazza grande, che vede protagonista il giornalista Riccardo Ranieri. Come il suo personaggio, Rivalta non può vivere senza i suoi pastori tedeschi, ama il golf ed è appassionato di thriller, meglio se con un tocco di comicità.



Valutazione:

 

Elena Rossi

Redazione CriminalMente



Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: