fbpx
Veleno. Il podcast di Repubblica sui Diavoli della bassa modenese – CriminalMente
Veleno
Tempo di lettura: 3 minuti

Veleno. Il podcast di Repubblica sui Diavoli della bassa modenese. L’inchiesta a puntate di Pablo Trincia disponibile online e su Spotify, ricostruisce il caso dei “Diavoli della bassa modenese”, un fatto di cronaca nera avvenuto vent’anni fa in due paesi della provincia di Modena, Mirandola e Massa Finalese.

https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

È qui che tra il febbraio del 1997 e il novembre del 1998 sedici bambini di età compresa tra gli 0 e i 12 anni furono allontanati dalle famiglie accusate di far parte di una setta di pedofili e satinasti che abusava di loro e li torturava fisicamente e psicologicamente.

Veleno

Da questa vicenda sono nati cinque processi che hanno scosso la comunità portando più di venti persone sul banco degli imputati. Alcuni genitori e parenti hanno subito dure condanne, altri sono stati assolti, altri ancora non hanno mai visto la fine di questa storia che si è lasciata dietro una lunga scia di morti.

Veleno. Il podcast di Repubblica sui Diavoli della bassa modenese. Tutto inizia da uno sfratto il 27 settembre 1993

Veleno è la storia di una reazione a catena che comincia da un banale sfratto il 27 settembre 1993 di una famiglia disagiata di cui Dario faceva parte. Dario è un bambino di tre anni, figlio di una famiglia disfunzionale e che racconta alla madre affidataria che il fratello maggiore gli fa “brutte cose”. Intervengono i servizi sociali, Dario accusa altre famiglie, evoca riti satanici. Altri bambini aggiungono nuovi dettagli sconvolgenti: sedici di loro vengono sottratti ai loro genitori.

https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Analogie con l’ondata di casi di presunta pedofilia in America

L’inchiesta di Trincia dimostra le impressionanti analogie fra la vicenda dei “diavoli” e l’ondata di casi di presunta pedofilia esplosa in America qualche anno prima sulla scia di un libro del 1980 Michelle remembers. È la storia di una ragazza che sottoposta a ipnosi controllata, rievoca una lunga serie di abusi subiti all’età di cinque anni da parte di una setta satanica. Orge, sacrifici, torture, stupri. Centinaia di persone, improvvisamente, “ricordano”.

A Mirandola accade qualcosa di simile, si denunciano decine, centinaia di sacrifici umani. Ma non si trova neanche una prova, non un dna, un’impronta, niente che non sia solo ed esclusivamente il racconto di un bambino. La tecnica di rievocazione del ricordo è messa in discussione: i falsi ricordi sono all’ordine del giorno. L’autore riporta il parere della psicologa Giuliana Mazzoni: individuare il cattivo ti restituisce serenità, ti restituisce la possibilità di convivere con te stesso e di non dover dire è colpa mia.

Veleno

Man mano che si procede nell’ascoltare il podcast, affiora la sensazione che in questa vicenda, come in altre analoghe, la parte del cattivo sia difficile da assegnare. La questione se i bambini mentano sempre o dicano la verità è mal posta. Si tratta di capire quando mentono e quando dicono la verità, per questo è stata elaborata la Carta di Noto, che prescrive modalità precise di interrogatorio per tutelare al massimo il minore e permettere alla sua narrazione di essere spontanea e scevra da suggestioni.

È tutto vero o siamo di fronte ad un caso di suggestione collettiva?

I bambini del modenese nel frattempo si sono rifatti una vita in nuove famiglie. Oggi sono adulti, hanno fra i venti e i trent’anni. Nessuno di loro è più voluto tornare a casa. Chi invece non è mai riuscito a voltare pagina sono i loro genitori che continuano a proclamarsi innocenti e che chiedono di poter rivedere i propri figli. Qualcosa però continua a non essere chiaro. Chi sono questi genitori realmente? È vero quello che hanno raccontato i loro bambini? Oppure siamo di fronte ad un incredibile caso di suggestione collettiva? Ma da cosa avrebbe potuto avere origine?

https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Giulia Puzzo

Redazione CriminalMente

https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

criminologia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: