fbpx
videosorveglianza

La Falcon Service & Security Management permette di acquistare sistemi di videosorveglianza. Tramite la sezione “shop” del sito (https://www.falconservice.org), procedendo all’acquisto del prodotto inserendo il codice sconto di CriminalMente sarà possibile avere una riduzione del 12% sul prezzo (fa eccezione la categoria outlet, non coperta dal coupon).



Il codice da inserire al momento della definizione dell’ordine è “CriminalMente”. Ricordiamo che i pagamenti e tutti i dati personali inseriti nel sito sono garantiti da crittografia SSL (Secure Sockets Layers).

videosorveglianza

Principi da rispettare per la videosorveglianza

In materia di videosorveglianza, date le numerose richieste di verifica e gli interventi legislativi, il Garante per la Privacy ha ritenuto fosse necessario aggiornare il provvedimento del 29 aprile 2004. In questo senso nel 2010 ha emesso il provvedimento in materia di videosorveglianza che sostituisce quello precedente.

Il Garante per la Privacy, essendo l’attività di videosorveglianza particolarmente invasiva, ha fissato dei principi da rispettare. Il principio di liceità, secondo il quale per la videosorveglianza si devono rispettare non solo la disciplina in materia di protezione dei dati personali ma anche quanto prescritto da altre disposizioni di legge.

La videosorveglianza va effettuata seguendo il principio di necessità, il quale impone la configurazione dei sistemi informativi e dei programmi informatici in modo da limitare l’utilizzo dei dati personali. Inoltre va rispettato il principio di proporzionalità sia per le modalità di ripresa e dislocazione che per le varie fasi del trattamento. Infine il principio di finalità stabilisce che gli scopi della videosorveglianza devono essere determinati, espliciti e legittimi. La sicurezza pubblica può essere assunta come scopo solo dagli organi competenti (Forze dell’Ordine, organi giudiziari…), soggetti privati o pubblici non possono assumere tale scopo.

videosorveglianza

Differenze tra soggetti pubblici e privati

Un soggetto pubblico, per poter installare delle telecamere, deve avere un’esigenza effettiva e proporzionata di prevenzione o repressione di pericoli concreti. Può effettuare attività di videosorveglianza solo per funzioni istituzionali.



I privati possono installare telecamere senza avere il consenso degli interessati seguendo le prescrizioni del Garante. Ciò quando le immagini servono per tutelare persone e beni da possibili aggressioni, furti, danneggiamenti, ecc.

Secondo il Provvedimento in materia di videosorveglianza, è necessario che chi entra in una zona videosorvegliata sia sempre informato. Anche nel caso di eventi o spettacoli pubblici.  “A tal fine, il Garante ritiene che si possa utilizzare lo stesso modello semplificato di informativa “minima”, indicante il titolare del trattamento e la finalità perseguita, già individuato ai sensi dell’art. 13, comma 3, del Codice nel provvedimento del 2004” (Provvedimento in materia di videosorveglianza del 8 aprile 2010).

Francesca Guidi

Redazione CriminalMente



Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: