fbpx
Cugini di 11 e 12 anni travolti da una jeep pirata - CriminalMente
Vittoria, due cugini di 11 e 12 anni travolti da una jeep pirata
Tempo di lettura: 3 minuti

Vittoria (Ragusa) – Accaduto oggi nel centro storico di Ragusa, Due cugini di 11 e 12 anni, sono stati travolti da una jeep pirata lanciata a forte velocità. Il pirata, è un 34nne, R. G., risultato positivo all’assunzione di droga e alcol, che subito dopo l’incidente si è dato alla fuga a piedi, era alla guida di una Jeep Renegade scura. A bordo altre due persone, che sono andate spontaneamente alla caserma dei carabinieri per testimoniare:

Dopo l’incidente siamo scappati perché avevamo paura di esser linciati” ma sono stati denunciati per omissione di soccorso.



Gli agenti della polizia di Stato sono andati a prelevare il guidatore nella sua abitazione e lo hanno fermato. Si chiama Rosario Greco, ha 37 anni e precedenti penali. Ed è stato arrestato per omicidio stradale aggravato. L’uomo, risultato positivo ad alcol e droga, aveva un tasso alcolemico quattro volte superiore al limite consentito e aveva assunto cocaina.

La polizia gli ha contestato  anche la “detenzione di oggetti atti ad offendere”. Nella sua auto gli agenti hanno trovato uno sfollagente telescopico ed una mazza da baseball. Gli inquirenti hanno anche dato particolari sulla dinamica dell’incidente. Il guidatore ha azzardato un sorpasso a tutta velocità in pieno centro a Vittoria, ha perso il controllo del mezzo ed è così finito sui ragazzini.
Vittoria, due cugini di 11 e 12 anni travolti da una jeep pirata
Resta in condizioni gravissime uno dei cuginetti. Uno dei bambini Alessio D’Antonio è morto sul colpo, l’altro, conferma la Squadra mobile, versa in condizioni disperate; dopo un intervento di oltre 5 ore è stato trasferito in elisoccorso in una struttura specializzata del policlinico di Messina. Il personale del 118 aveva trasportato d’urgenza i due bambini presso il pronto soccorso dell’ospedale “Guzzardi” di Vittoria dove uno dei piccoli è giunto cadavere, mentre l’altro è stato urgentemente operato e successivamente trasferito al Policlinico di Messina.

Anche se inizialmente hanno tentato di favorire l’autore dell’omicidio stradale, i tre passeggeri che si sono presentati in caserma hanno deciso di fornire un’esatta dinamica di quanto accaduto, addebitando ogni responsabilità al conducente. Utilissime anche le immagini di alcuni impianti di videosorveglianza che hanno ripreso le fasi del sinistro stradale.



Il prefetto Filippo Dispenza afferma:

È un dolore profondo per noi e per tutta la comunità“.

Inaudito che la città sia ostaggio di questi criminali. Ho già interessato l’ufficio legale del Comune. Ci costituiremo parte civile nel processo – aggiunge – a difesa della città e di tutti i cittadini per bene contro questi delinquenti. Stiamo provvedendo a proclamare il lutto cittadino nel giorno dei funerali, per onorare Alessio, povera vittima innocente e fare sentire la nostra vicinanza alle famiglie coinvolte di questa terribile tragedia, ai genitori, ai parenti di Simone, che sta lottando per la vita, vittima di gravissime mutilazioni“.

Vittoria, due cugini di 11 e 12 anni travolti da una jeep pirata

Cosa si comporta la legge? Alcuni approfondimenti e precisazioni.

La legge sul reato di omicidio stradale è entrata in vigore nel marzo del 2016. Dopo un iter legislativo complicato, durante il quale si è discusso molto sui provvedimenti da prendere in caso di guida sotto l’effetto di alcool o droghe che incide sulla capacità di guida, il reato di omicidio stradale è stato definitivamente introdotto nel nostro ordinamento giuridico.



Omicidio stradale

La legge ha introdotto due reati:

-quello di omicidio stradale (articolo 589-bis del Codice Penale)

-quello di lesioni personali stradali (articolo 590-bis del Codice Penale).

Le pene per i diversi casi di omicidio stradale

Il testo dell’articolo che disciplina l’omicidio stradale stabilisce che chiunque, per colpa, procuri la morte di un individuo attraverso una violazione del Codice della Strada è punito con una reclusione che va dai 2 ai 7 anni.

La pena viene aumentata – si parla di una reclusione da 8 a 12 anni – quando a provocare l’incidente è una persona in stato di ebbrezza alcolica grave o di alterazione psicofisica (utilizzo di droghe o sostanze psicotiche). Viene considerato grave uno stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro. In questo caso la legge prevede anche l’obbligo di arresto in flagranza di reato per chi ha commesso l’omicidio stradale. È l’unico caso in cui il testo della legge richiede espressamente l’arresto, mentre nelle altre circostanze è sempre facoltativo.

Lesioni personali stradali

Le lesioni personali stradali sono il secondo reato introdotto dalla legge sull’omicidio stradale. Chi commette questo reato è punito con la reclusione fino a un massimo di 7 anni.

Le pene previste in caso di lesioni personali stradali gravi o gravissime

Secondo quanto stabilito nell’articolo 590-bis del Codice Penale, chiunque procuri per colpa una lesione grave ad un individuo è punito con una reclusione che va da un minimo di 3 mesi a un massimo di un anno.

Nel caso invece di lesioni gravissime la pena va da un minimo di 3 mesi a un massimo di 3 anni.

Se a causare lesioni gravi è un conducente sotto l’effetto di alcol o droghe la pena va da 3 a 5 anni. Se la vittima riporta lesioni gravissime, il periodo di reclusione per chi ha causato l’incidente va da 4 a 7 anni.

Fuga del conducente dopo un incidente

La fuga del conducente è considerata un’aggravante e quindi comporta pene più severe. Se dopo l’incidente il conducente fugge dal luogo dove è avvenuto, l’aumento della pena scatta da un terzo a due terzi e non potrà essere inferiore a 5 anni per l’omicidio stradale e a 3 per le lesioni.

Inoltre è previsto un aumento in caso di morte, lesioni a più persone, guida senza patente o senza assicurazione.

 

Alexa Roscioli

Redazione CriminalMente





criminologia

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: